SUPER AMMORTAMENTO 2018

By 9 febbraio 2018 News No Comments
ristrutturazioni casa

Altra novità è la proroga del SUPERAMMORTAMENTO

Il Super ammortamento 2018 è stato riconfermato con la nuova Legge di Bilancio 2018 ma anziché essere del 140% è dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018 al 130%: ciò significa che le imprese a partire dal 1° gennaio 2018, possono beneficiare di una maggiorazione del 30% del costo di acquisto.

Tale misura, che ricordiamo essere stata introdotta al fine di incentivare e stimolare gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi da parte delle imprese italiane, attraverso la possibilità di fruire di una maggiorazione del costo di acquisto di beni strumentale, in modo da consentire, ai fini della determinazione dell’IRES e dell’IRPEF, un’imputazione di quote di ammortamento e di canoni di locazione finanziaria più elevati, ha subito delle modifiche con la nuova Legge di Stabilità 2018.

Il super ammortamento spetta a:

  • soggetti titolari di reddito d’impresa;

  • professionisti, con reddito di lavoro autonomo anche svolto in forma associata, ivi compresi i contribuenti nel regime dei minimi.

A chi non spetta il super ammortamento?

  • ai contribuenti nel regime forfetario;

  • imprese marittime.

Super ammortamento 2018: come funziona?

Le imprese per fruire della maggiorazione del 30% dei costi sostenuti per acquistare beni strumentali:

  • materiali, per cui sono esclusi gli acquisti di beni immateriali;

  • a uso durevole e atti ad essere utilizzati, da parte del soggetto beneficiario dell’agevolazione, all’interno del processo produttivo del soggetto medesimo. Di conseguenza, sono esclusi i cd. beni merce in quanto destinati alla vendita, quelli trasformati o assemblati per la vendita;

  • nuovi, dunque non beni usati.

Nel nostro caso, avrete la possibilità di usufruire del super ammortamento su impianti di allarme e videosorveglianza.

In pratica il super ammortamento 2018 prevede che se l’impresa o il professionista acquista un bene strumentale nuovo, tra quelli agevolabili, e lo paga 100, il costo deducibile ai fini dell’ammortamento fiscale, è a 130.

Tale costo insieme all’incremento, deve poi essere ripartito in quote costanti annuali, secondo il coefficiente d’ammortamento della categoria alla quale appartiene il bene, per esempio quello per il computer, ha un coefficiente d’ammortamento pari al 20%.

Per cui se il professionista acquista un pc a 1.000 Euro, registra l’acquisto nella contabilità per la stessa cifra, ma poi il costo deducibile dalle tasse, e dalla dichiarazione dei redditi tramite Unico, è per 1.300 euro, con una variazione in diminuzione.

Leave a Reply