BONUS RISTRUTTURAZIONI 2020

By 15 gennaio 2020 News, Senza categoria No Comments
2020

BONUS RISTRUTTURAZIONI CONFERMATO FINO AL 31 DICEMBRE 2020.

L’agevolazione fiscale sugli interventi di ristrutturazione edilizia è disciplinata dall’art. 16-bis del Dpr 917/86 e consiste in una detrazione dall’Irpef del 36% delle spese sostenute, fino a un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 48.000 euro per unità immobiliare.

Tuttavia, per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2020 è possibile usufruire di una detrazione più elevata (50%) e il limite massimo di spesa è di 96.000 euro.

La detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo.

È prevista, inoltre, una detrazione Irpef, entro l’importo massimo di 96.000 euro, anche per chi acquista fabbricati a uso abitativo ristrutturati.
In particolare, la detrazione spetta nel caso di interventi di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia, riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie, che provvedano entro 18 mesi dalla data di termine dei lavori alla successiva alienazione o assegnazione dell’immobile.
Indipendentemente dal valore degli interventi eseguiti, l’acquirente o l’assegnatario dell’immobile deve comunque calcolare la detrazione su un importo forfetario, pari al 25% del prezzo di vendita o di assegnazione dell’abitazione (comprensivo di Iva). Anche questa detrazione va ripartita in 10 rate annuali di pari importo.

 

Tra i tipi di interventi sono compresi interventi di prevenzione di atti illeciti: per cui sono ammesse le spese per:

  • CANCELLI ESTERNI (nuova realizzazione o sostituzione con altri aventi caratteristiche diverse (materiali, dimensioni e colori) da quelle preesistenti)
  • ALLARME FINESTRE ESTERNE ( installazione, sostituzione dell’impianto o riparazione con innovazioni)
  • TELECAMERE (sostituzione o nuova installazione con le opere murarie occorrenti)

Sono comprese le spese sostenute per realizzare interventi sugli immobili che mirano a garantire la sicurezza di un’abitazione da furti, rapine, aggressioni, tra cui:

– Perizie per installazione impianto di allarme e antifurto;

– Sopralluoghi installazione impianto di allarme;

– Progettazione impianto di allarme;

 Prestazioni professionali connesse all’installazione dell’impianto di allarme;

– Spese per l’acquisto dei materiali impianto di allarme

  • GARAGE (riparazioni varie e sostituzioni di parti con caratteristiche diverse da quelle preesistenti. Nuova costruzione. Detraibile, se reso pertinenziale ad una unità immobiliare).

 

Come ottenere il bonus videosorveglianza 2020?

Per accedere al bonus è necessario siano rispettate alcune regole:

  • L’impianto di allarme e videosorveglianza deve essere installato da un Professionista del settore;
  • Il pagamento deve avvenire esclusivamente attraverso Bonifico Parlante;
  • Chi intende dotarsi di un impianto di sicurezza deve essere un privato cittadino, assoggettato all’IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche);
  • La dichiarazione dei Redditi deve riportare la spesa e indicare i dati catastali dell’immobile dove è stato installato l’impianto;
  • Si deve essere in regola con i pagamenti di TASI e/o IMU (potrebbero venire richiesti in un eventuale controllo);
  • Occorre conservare tutti i documenti relativi ai lavori (anche questi potrebbero essere richiesti nel corso di un controllo).

 

Affidati a PRO.TEC. per gli interventi sopra elencati!

 

Consulta la  GUIDA RISTRUTTURAZIONI AGENZIA DELLE ENTRATE