Perimetrale invisibile

perimetrale invisibile allarme sottoterra

Sistema antintrusione perimetrale per pavimentazione con base in cemento!

SISMA CA è un sistema antintrusione perimetrale per pavimentazioni con base in cemento. Si avvale di sensori di pressione che, inglobati nel massetto, rivelano il transito o la permanenza di una persona sull’area sensibile. SISMA CA è impiegato nella protezione perimetrale delle aree pavimentate antistanti gli accessi a un edificio (tipicamente porte, finestre e vetrate) o in corrispondenza dei vialetti pedonali e carrai.

Invisibile. Collocati sulla superficie della soletta, e affogati nel cemento del massetto, i sensori SISMA CA risultano del tutto invisibili.

Preciso. SISMA CA permette di individuare l’area in allarme con molta precisione, fino all’identificazione del singolo accesso.

Senza manutenzione. Grazie alla particolare tecnologia impiegata, i rivelatori non necessitano di alcun intervento di manutenzione.

Immune ai disturbi. Il sistema non è influenzato dagli eventi climatici avversi, inclusi neve e grandine, né dalla caduta di foglie o piccole frasche.

Sensibile. Pur operando sotto uno spesso strato di cemento, e progettati per resistere a tonnellate di peso, i sensori SISMA CA possono percepire anche il più lieve dei passi.

Intelligente. Il sistema è in grado di discriminare il passaggio di animali di piccola taglia dalle reali intrusioni.

Rapido da installare. I sensori SISMA CA sono forniti in comodi moduli precablati in fabbrica, mentre le schede elettroniche sono preassemblate in appositi armadi stagni.

Tarabile per modulo. È possibile tarare e configurare ogni modulo di sensori in modo indipendente dagli altri, variandone il livello di sicurezza in funzione del grado di rischio relativo a quell’area.

I SENSORI

Il sistema SISMA CA impiega speciali sensori che rilevano la pressione esercitata da una persona sulla superficie. Al momento della posa in opera della pavimentazione, i sensori si collocano sulla superficie della soletta e, successivamente, si ricoprono con il cemento del massetto.

L’impiego di una protezione perimetrale invisibile ha il vantaggio di non interferire in alcun modo con l’estetica e gli elementi architettonici del luogo da proteggere: caratteristica importante sia in ambito residenziale sia in musei, gallerie d’arte e siti di interesse storico.

Il funzionamento del sistema non è influenzato né dai fattori climatici, inclusi neve, grandine e forti escursioni termiche, né dalle altre più comuni fonti di disturbo ambientali, come la caduta di foglie e rami leggeri. SISMA CA tollera inoltre molto bene anche il passaggio di animali di piccola taglia.

Il nucleo sensibile del rivelatore SISMA CA è costituito da un trasduttore piezoceramico, sigillato e protetto da infiltrazioni d’acqua, agenti corrosivi e stress meccanici. Il sensore non necessita di alcun tipo di manutenzione e, grazie all’assenza di componenti elettronici attivi, è esente da guasti elettrici.

Al fine di rendere la procedura d’installazione più semplice e rapida, i sensori sono forniti in moduli precablati in grado di coprire, a seconda della versione, superfici da 1 a 4 metri quadrati. È possibile coprire superfici di qualsiasi dimensione affiancando più moduli tra loro.

Dal momento che ciascun modulo-sensori fa capo a un’unità di analisi, e quest’ultima può essere univocamente identificata, SISMA CA consente di individuare con precisione l’area sottoposta a intrusione e di tarare ogni zona in modo indipendente dalle altre, variandone il livello di sicurezza in funzione del grado di rischio relativo a quell’area. La ripartizione dei moduli-sensori in zone individuali semplifica inoltre l’abbinamento di queste ultime con le eventuali telecamere di videosorveglianza.

LE SCHEDE DI ELABORAZIONE

I segnali provenienti dai moduli-sensori sono amplificati ed elaborati da apposite schede a microprocessore, le quali analizzano e interpretano ciò che viene percepito dai rivelatori. Gli avanzati algoritmi di analisi sono in grado di discriminare le reali intrusioni dalle potenziali cause di allarmi impropri.

Per gestire ed elaborare i segnali di allarme esistono due soluzioni, ciascuna pensata per rispondere a una diversa esigenza:

ƒ SC-SMCA-Z1, una scheda di elaborazione stand-alone che raccoglie e analizza i segnali provenienti da 1 modulo-sensori (zona di allarme) e li rende disponibili sotto forma di uscite a relè;

ƒ SC-SMCA-CTRL + SC-SMCA-PU, una soluzione modulare studiata per gestire simultaneamente un elevato numero di zone, fino a un massimo di 24, in modo flessibile e centralizzato. In tale configurazione ciascun modulo-sensori si collega a una scheda d’interfaccia, la SC-SMCA-PU, a sua volta connessa alla scheda SCSMCA-CTRL per mezzo di un apposito bus di comunicazione.

L’impiego delle schede SC-SMCA-Z1 è consigliato per impianti costituiti da un massimo di 7 moduli-sensori: oltre tale numero, l’uso di SC-SMCA-CTRL risulta più conveniente sia in termini di costo che di semplicità di gestione.

Le schede di elaborazione permettono di regolare i parametri relativi a sensibilità e modalità di intervento dei moduli-sensori, così da ottimizzare il rendimento del sistema per ogni singola installazione o in base a specifiche esigenze del momento.

La taratura e la programmazione delle schede di elaborazione si effettuano via PC, utilizzando un apposito software di service che mostra un grafico in tempo reale dei segnali provenienti da ciascuna linea-sensori, nonché lo stato degli ingressi e delle uscite. Le schede di elaborazione rendono disponibili le segnalazioni di allarme, manomissione e guasto da relè (contatti C/NC), e sono predisposte per collegarsi alla rete di centralizzazione DEA NET e a reti Ethernet con protocollo IP.

PRO.TEC. professionisti al tuo servizio!

Contattaci per maggiori info o per un preventivo gratuito allo 0735753661 o per email: info@proteconline.info

Pro. Tec.
Invia